Come Attribuire Nome agli Alcani

La chimica è una scienza vastissima che studia il comportamento e le trasformazioni della materia. Si divide in grandi branche che vanno dalla chimica analitica a quella inorganica, passando per la chimica fisica o quella organica e tante altre ancora.

Esistono milioni di differenti composti organici, ma il loro studio e’ facilitato dal fatto che essi possono essere divisi in grandi gruppi che hanno caratteristiche simili. In questa guida impareremo le regole per nominare gli alcani. Gli alcani sono idrocarburi saturi a catena aperta mentre i cicloalcani sono a catena chiusa.

La loro formula generale è C(n) H(n 2) e secondo la nomenclatura redatta dalla IUPAC il loro nome termina con la desinenza “-ano”. Togliendo un atomo di idrogeno ad un alcano si ottiene un radicale che prenderà il nome dall’alcano di origine, sostituendo la desinenza “ano” con “ile”. Ad esempio metano e metile.

Il metano è l’idrocarburo piu’ semplice ed è costituito da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno. Segue poi l’etano con due di carbonio e sei di idrogeno e, a salire, abbiamo il propano, il butano, il pentano etc… Per quanto riguarda i composti ciclici basterà aggiungere come prefisso il termine ciclio come ad esempio cilopentano, cicloesano.