Come Visitare la Regione Mpumalanga in Sudafrica

Lo Mpumalanga è una regione del Sudafrica, famosa soprattutto per le sue bellezze naturali, come il maestoso Blyde River canyon e quelle create dagli uomini per proteggere e tutelare fauna e flora del posto, come il celebre Kruger National Park.

Quando vai nello Mpumalanga hai la possibilità di vedere e di fare tanto, troppo: per cui pianifica subito una cernita di cose da fare e da tralasciare, come ad esempio la zona occidentale della regione, esclusivamente industrializzata. L’itinerario che ti consiglio è partire dalla cittadina di Dullstroom, dall’aspetto tipico delle campagne inglesi e famosa per la pesca alla trota: ti consiglio quindi di visitare la cittadina di Waterval Boven, immersa nella campagna, luogo ideale per mettere alla prova le proprie abilità, con arrampicate, discese con corde, oppure rilassarsi visitando i dintorni su un treno a vapore che ti porterà indietro di qualche decennio.

Proseguendo sulla strada denominata N4, oltrepassando l’anonima città di Lydenburg, ti consiglio di direzionarti verso la R37, dove è situato Long Tom Pass, uno dei punti più panoramici di tutto il Sudafrica. Sempre proseguendo sulla R37 giungerai nell’affascinante Sabie, nei cui dintorni vi sono varie cascate con sentieri facilmente accessibili a tutti. Merita altresì una visita, soprattutto se sei interessato alla storia ed alle leggende inerenti la c.d. corsa all’oro, nonché un cultore di villaggi pittoreschi, la cittadina di Pilgrim’s Rest, oggi divenuta un museo con le case di allora rimaste con l’arredamento ed il mobilio originale, tipico degli anni a cavallo tra la fine del secolo XIX e l’inizio di quello successivo.

Le ultime due tappe che ti consiglio, in questo ipotetico itinerario, sono proprio i due posti citati nella parte introduttiva, ossia il Blyde River Canyon ed il Parco Kruger. Il primo è una riserva naturalistica lunga quasi 30 km, da visitare in automobile seguendo il percorso lungo il margine del canyon e facendo sosta nei punti panoramici principali: esiste anche la possibilità, più allettante e spettacolare, di un’escursione a piedi con un percorso (di solo andata) fatto in due giorni e due notti, da trascorrere in accoglienti e rustiche capanne.

Per quanto riguarda il Kruger, uno dei Parchi più famosi al mondo, si estende per ben 350 km, per lo più formati da pianure coperte, erbe basse e savana cespugliosa, ed è possibile entrarvi da sette diversi ingressi, in questo viaggio virtuale, seguendo il percorso succitato, entreresti dall’ingresso “Orpen”, relativamente vicino al Blyde River Canyon. Il parco è visitabile in giornata oppure pernottando all’interno dei vari camp presenti al suo interno: ricorda a tal fine che i cancelli aprono tra le 5 e le 6 del mattino e chiudono tra le 17,30 e le 18,30.