Come Evitare di Danneggiare i Propri Capelli

I capelli hanno bisogno di essere curati con grande attenzione, perchè anche un minimo errore può causare dei danni importanti. Possono venire rovinati, spezzati e si può incorrere nel rischio di perderli. E così, come d’incanto, quasi inconsapevolmente, ci ritroveremmo calvi o con una capigliatura decisamente rovinata: in quel caso sono guai seri. Attenzione quindi ai prodotti che compriamo, dove li compriamo e come li usiamo.

I CAPELLI PARLANO DI NOI
I capelli fanno parte integrante di noi, raccontano chi siamo, come siamo, mostrano all’esterno il nostro stile ma anche ciò che proviamo. Gli uomini solo negli ultimi anni hanno cominciato ad averne grande cura mentre le donne lo fanno da sempre, certe volte anche in modo maniacale: per loro capelli belli si traduce in sentirsi bene con se stesse e con gli altri.

I NEMICI DEI CAPELLI
Sono tantissimi, primi fra tutti noi stessi che non li curiamo a dovere. Ma in seconda battuta dobbiamo fare molta attenzione ai prodotti troppo aggressivi, al clima, all’inquinamento, al nosto stile di vita, a come e cosa mangiamo, e anche ad elementi di carattere più prettamente psicologico come ansia e stress. Non ci vuole molto per creare danni importanti ai capelli e anche in questo campo vale sempre il detto “meglio prevenire che curare”.

I CONSIGLI DELL’ESPERTO
Tra i nemici dei capelli ci sono anche i falsi miti, che il più delle volte risultano dannosi, come ad esempio sottoporli a lavaggi ogni giorno, o costringerli ai famosi “cento colpi di spazzola”. In questo modo il cuoio capelluto viene stressato, con conseguenti danni, tra cui le famigerate doppie punte.

EVITARE IL PHON
A ogni lavaggio corrisponde solitamente un’accurata asciugatura con il phon. E’ sbagliato, sostiene l’esperto, l’ideale sarebbe asciugarli in un asciugamano oppure lasciarli liberi all’aria, come avviene in estate soprattutto quando si hanno i capelli corti. Il phon tende a seccarli e a privarli delle loro sostanze nutritive. E poi quando sono bagnati sono più fragili e a contatto con spazzola e pettine tendono a spezzarsi con maggiore facilità.

PER CHI HA I CAPELLI RICCI
Il consiglio è quello di spazzolarsi o pettinarli quando sono umidi, ma con estrema delicatezza (vale sempre il discorso della fragilità). Anche se in linea generale, e vale per tutti i tipi di capelli, l’uso di spazzola e pettine dovrebbe essere limitato il più possibile…

ATTENZIONE A GEL E LACCHE
Si tratta di prodotti molto in voga, soprattutto tra le donne. Anzitutto bisogna fare molta attenzione a quello che si compra, recandosi da un rivenditore di fiducia che possa consigliarci il meglio. Nel lungo periodo queste sostanze possono provocare dei danni, soprattutto la caduta dei capelli. Mantenendo poi il capello uomido ne facilitano la rottura durante la pettinatura.

USARE CON MODERAZIONE LE PIASTRE
Altro pericolo per i nostri capelli sono le piastre: vanno usate il meno possibile, anche se sono utilissime per l’acconciatura e la lisciatura. Se proprio non se ne può fare a meno vanno utilizzate una piastra per capelli a vapore sui capelli asciutti e a una temperatura bassa, lasciando passare del tempo tra un uso e un altro. Analogo discorso per gli arricciacapelli a caldo: non tenerli in posizione per più di un secondo o due, perché il calore danneggia gravemente i capelli.

LE ACCONCIATURE CHE LI FANNO CADERE
Ai capelli la tensione fa molto male, quindi limitiamo molto il ricorso ad acconciature con trecce, treccine, estensioni e code di cavallo che concorrono a rovinare i capelli e a spezzarli. L’uso prolungato può portare alla caduta e alla calvizie permanente.